Il modo migliore per passare un’estate felice

POSTED BY Dr Grazioli | Giu, 26, 2017 |

C’è un modo utile per essere felice, per quest’estate e per sempre: addestrare le nostre convinzioni. Quello che pensiamo viene dall’esperienza e da ciò che ci è stato passato dai genitori e dall’educazione. State certi i pensieri e le convinzioni si possono cambiare. Se non siamo felici, se abbiamo l’impressione che ci manca qualcosa, possiamo migliorare, modificando il nostro pensiero, perché il pensiero è capace di cambiare la realtà.
Ci sono delle convinzioni che ci possono aiutare ad essere molto più felici: essere contenti con quello che si ha adesso; non lamentarsi; perdonare. Sono pensieri semplici, Ma se li applichiamo con convinzione ci migliorano la vita. Vediamo come fare.

1- Per prima cosa, affermare con convinzione: “Posso essere felice in questo momento”
Usciamo dalla trappola del “sarò felice quando…”. La mente proietta continuamente pensieri sul futuro e ci fa credere che arriveranno giorni in cui tutto sarà meraviglioso e noi saremo finalmente felici. Questo è un grave errore, possiamo essere felice solo in questo momento. Non possiamo essere felici nel passato o nel futuro. I ricordi di felicità o le anticipazioni per un probabile evento felice, non sono una vera felicità ma solo un illusione mentale. Quando diciamo “quando mi sposerò sarò felice”, “quando avrò una casa di lusso sarò felice”, ” quando cambierò partner sarò felice” ma…sono tutte illusioni. In questo modo cerchiamo la felicità nel mondo esterno, ci aspettiamo che siano gli altri a renderci felici, ma in realtà i responsabili della nostra felicità siamo solo noi. Ci convinciamo che abbiamo degli impedimenti esterni per essere felici. Attribuiamo al lavoro di adesso, al partner che abbiamo, al vicino di casa che ci disturba, l’impossibilità ad essere felici; quando cambieranno saremmo felici, ma invece l’unica persona che deve cambiare se vuoi essere felice…siamo noi stessi.
Non possiamo passare tutta la vita a rincorrere obiettivi che una volta raggiunti ci rimandano ad altri nuovi obiettivi. Quando siamo presi in una spirale vorticosa senza fine verso la ricerca della felicità, meglio fermarsi e riflettere. Meglio cercare al proprio interno la felicità, ringraziare per quello che si ha, riconoscere tutte le cose buone che abbiamo. E la realtà cambia magicamente, riscopriamo il bello del mondo. Ogni volta che diciamo “se avessi questo o quello sarei felice” ripetiamo a noi stessi almeno dieci volte questa frase: “posso essere felice solo in questo momento, ne sono certo e lo voglio”

2- Seconda cosa affermare con convinzione: “sono contento di quello che ho”. Infatti lamentarsi è il modo più diffuso e inconsapevole attraverso la quale si sfoga la propria insoddisfazione e la propria rabbia, ma sono tutte emozioni negative che vanno a “colpire” sia noi che altre persone. Inoltre enunciare tutte questi aspetti negativi, ci dona una percezione del mondo più brutta di prima, e nel tempo si induce la Vita a farmi vivere altre situazioni di cui lamentarmi. Chi è infelice è convinto che lamentarsi è normale invece non lo è. Lamentarsi crea molti danni tra cui: fa perdere energia; fa adottare la mentalità della vittima; fa percepire il mondo un po’ più brutto rispetto a prima; non permette al cervello di trovare la soluzione; fa provare emozioni negative di cui si impregnerà il tuo corpo e nel tempo si trasformeranno in malattie.
Evitare di lamentarsi ci dona la possibilità di controllare noi stessi e di sviluppare maggiore forza di volontà. La lamentela è energia che si disperde, se si trattiene resta dentro e si può utilizzare in maniera migliore. Si possono così trovare delle soluzioni per risolvere la situazione di disagio.
Quindi se vogliamo essere molto più felici: evitiamo di lamentarci di tutto, impariamo a trattenere le lamentele. Facciamo un piccolo esercizio pratico, concentriamoci per un momento sulla nostra emozione: restiamo con il fastidio, osserviamolo, non buttiamolo all’esterno, mandiamogli amore. Troveremo la forza per essere felici.

3 – Terzo aspetto: riscopri il valore del Perdono. Provare emozioni negative verso chi ci fa del male è spontaneo, ma ci impedisce di essere felici. Solitamente abbiamo due tipi di reazioni nei confronti di chi ci fa del “male”. O smettiamo di parlare a quella persona, provando molto fastidio ogni volta che la vediamo; oppure continuiamo a parlarle come se niente fosse successo, mentre interiormente cresce il senso fastidio e l’astio. Esiste un altro modo molto più utile in termini di felicità ed è questo: Ama e perdona interiormente chi ti ha fatto del male, se all’esterno non vuoi parlargli allora non farlo, ma mantieni la tua pace.
Perdonare, augurare bene e amare i propri nemici sicuramente non è semplice, ma è possibile, bisogna metterci la volontà di farlo. Se li perdoni ti togli un peso enorme, ti liberi da emozioni negative e diventi una persona migliore. L’importante è arrivare al livello in cui quando interagisci con una persona che ti ha fatto del male non provi interiormente nessun fastidio. Poi all’esterno puoi comunque fare delle azioni per far valere i tuoi diritti e affermare le tue ragioni, ma lo fai con uno stato d’animo di calma e di serenità. Se ti ha rubato delle cose non è detto che non devi denunciarlo, ma il perdono ti fa mantenere la pace, e così quello che dici e che fai è per il suo bene e per aiutarlo a ravvedersi dal male compiuto.
Quindi fai da subito questa azione pratica: scegli una persona che ti ha fatto del male e perdonarlo, auguragli ogni bene in modo sincero e con amore.
Prova a fare questi esercizi con sincerità, afferma con decisione e convinzione queste frasi e ti stupirai di quanto sono efficaci, potrai passare un’estate felice e indimenticabile. Questo è il mio migliore augurio per passare UN’ESTATE FELICE.

TAGS :
  • Carolina

    Sono convinta che se tutti dovessimo adottare queste semplici ma importanti tecniche di vita , al mondo non esisterebbe la parola rancore.
    Grazie per queste piccole pillole per il buon vivere .
    Carolina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *