come aumentare il metabolismo e dimagrire

Quando si parla di metabolismo ci si riferisce a tutte le reazioni chimiche del nostro corpo, che lo mantengono vivo e in salute. Spesso però la parola viene usata per riferirsi al numero di calorie bruciate. Più è alto il metabolismo, più calorie si brucia ed è più facile perdere peso e calare. Avere un alto metabolismo può servire anche a farsi sentire meglio con se stessi. Ci sono dei modi semplici e naturali per stimolarlo che riguardano lo stile di vita, specialmente il modo di fare movimento. Non si promettono miracoli, ma sicuramente se si praticheranno con costanza faranno la differenza.

1. Bere più acqua può aiutare a perdere peso e a mantenerlo. Aumenta il metabolismo e aiuta a riempirti prima dei pasti. Chi beve acqua invece di bevande zuccherate ha più successo nel perdere peso e nel mantenerlo. Non solo perché le bevande zuccherate contengono calorie, mentre l’acqua non ne ha. Ma anche perché l’acqua potabile in sé può indurre temporaneamente la termogenesi (Vij VA1, Joshi AS. 2006).
Alcuni studi hanno dimostrato che bere mezzo litro di acqua aumenta il metabolismo a riposo del 10-30% per circa un’ora (Dubnov-Raz G, et al, 2011). L’effetto brucia calorie può essere anche maggiore se si beve acqua fredda, poiché il corpo utilizza energia per riscaldarla fino alla temperatura corporea (Brown CM, et al, 2006). L’acqua dà un senso di sazietà. Gli studi dimostrano che bere acqua mezz’ora prima di mangiare può aiutarti a mangiare meno (Daniels MC1, Popkin BM. 2010). Uno studio su adulti in sovrappeso ha scoperto che coloro che hanno bevuto mezzo litro di acqua prima dei pasti hanno perso il 44% in più di peso rispetto a quelli che non lo hanno fatto (Dennis EA, et al 2010).

2. Fare un allenamento ad alta intensità (inserito nell’allenamento a normale intensità) anche pochi minuti al giorno aiuta a bruciare più grasso aumentando il tasso metabolico, anche dopo il completamento dell’allenamento (Hazell TJ, et al 2012).
Si ritiene che questo effetto sia maggiore rispetto altri tipi di esercizi. Inoltre, l’alta intensità in sé ha dimostrato la capacità a bruciare i grassi (Boutcher SH, 2011).
Uno studio su giovani in sovrappeso ha rilevato che 12 settimane di esercizio ad alta intensità riducevano la massa grassa di 2 kg e il grasso della pancia del 17% (Heydari M, et al, 2012).
L’importante è fare questi esercizi ad alta intensità alternati a quelli normali con una certa regolarità.

3. Sollevare oggetti pesanti fa aumentare i muscoli e questi sono una parte metabolicamente più attivo del grasso e possono aiutare ad aumentare il metabolismo (Müller MJ, et al, 2009). Così si bruceranno più calorie ogni giorno, anche a riposo. Sollevare pesi aiuterà anche a mantenere il trofismo muscolare e combattere il calo del metabolismo che può verificarsi durante la perdita di peso (Westcott WL, 2012).
In uno studio, 48 donne in sovrappeso sono state poste a una dieta di 800 calorie al giorno, divise in tre gruppi: nessun esercizio, esercizio aerobico o allenamento di resistenza. Dopo la dieta, le donne che hanno fatto l’allenamento di resistenza hanno mantenuto la massa muscolare, il metabolismo e la forza. Le altre hanno perso peso, ma hanno anche perso la massa muscolare e hanno sperimentato una diminuzione del metabolismo (Hunter GR, et al 2008).

4. Stare di più in piedi perché stare troppo seduti fa male alla salute (Biswas A, et al 2015). Ciò è in parte dovuto al fatto che stare lunghi periodi seduti fa bruciare meno calorie e può portare ad un aumento di peso. Infatti, rispetto a stare sempre seduti, un pomeriggio di lavoro in pedi può bruciare 174 calorie in più (Buckley JP, et al , 2014). Quindi se hai un lavoro da scrivania, meglio provare a stare in piedi per brevi periodi, per interrompere il tempo che si trascorre seduti.

5. Cercare di dormire bene perché la mancanza di sonno è legata a un notevole aumento del rischio di obesità (Rachel R. Markwald, et al, 2009). Ciò può essere in parte causato dagli effetti negativi della privazione del sonno sul metabolismo. La mancanza di sonno è stata anche collegata ad un aumento dei livelli di zucchero nel sangue e all’insulino-resistenza, che sono entrambi legati ad un rischio più elevato di sviluppare il diabete di tipo 2 (Sunil Sharma, et al, 2010). È stato anche dimostrato che la mancanza di sonno aumenta la fame attraverso l’aumento di grelina e al calo della leptina (Shahrad Taheri, et al, 2004). Questo potrebbe spiegare perché molte persone private del sonno hanno fame e faticano a perdere peso.

In conclusione dagli studi si vede che l’aumento del metabolismo non è marcato, ma se si sommano tra loro tutti questi consigli la variazione diventa sensibile ed il calo di peso diventa possibile e di valore rilevante.

POSTED BY Dr Grazioli | Set, 04, 2018 |

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.