Una pianta molto usata in passato valida ancora oggi: alza il testosterone, regola la glicemia, aiuta l’allattamento. I Semi di fieno greco e la polvere sono utilizzati anche in molte ricette indiane e asiatiche per le loro proprietà nutrizionali e il sapore leggermente dolce, di nocciola. Hanno una lunga storia di usi medicinali in medicina ayurvedica e cinese, ed sono stati utilizzato per numerose indicazioni, tra cui l’aumento della potenza fisica, il miglioramento della digestione, e del metabolismo. Inoltre degli studi preliminari fatti su animali e sull’uomo, suggeriscono possibili capacità di abbassare lo zucchero e i grassi nel sangue. (Basch E et al, 2003)

Il fieno greco è una pianta nota anche con il nome scientifico di Trigonella foenum-graecum.
E’ una erbacea della famiglia delle leguminose alta dai 60 ai 90 cm, ha foglie verdi, piccoli fiori bianchi e baccelli che contengono piccoli semi di colore marrone dorato. In anni più recenti, è diventata una spezia comune usata come agente addensante. Si può trovare anche in prodotti come il sapone e shampoo.
I valori nutrizionali del fieno greco per 100 grammi sono molto buoni: fornisce 327 calorie, ha 27 grammi di Fibra,: 27 grammi di Proteine e 27 grammi di Carboidrati e solo 9 grammi di Grassi. Ed inoltre contiene ferro per il 20% del fabbisogno quotidiano, manganese per il 7% e magnesio per il 5%. (Self Nutrition Data).
Viene usato dai maschi e specie dagli sportivi per la sua capacità di migliorare il tono fisico e di aumentare il testosterone, questa fama è comprovata da alcuni studi scientifici che hanno misurato i livelli di testosterone e della libido. In particolare in uno studio del 2010, i ricercatori hanno fornito 500 mg di fieno greco al giorno e combinato con un programma di sollevamento pesi di 8 settimane. Ha riguardato 30 uomini in età universitaria, che hanno eseguito quattro allenamenti a settimanali, di questi solo la metà ha ricevuto il supplemento. Alla fine dello studio i ricercatori hanno trovato un aumento di testosterone nel gruppo di fieno greco e anche una riduzione del 2% del grasso corporeo, mentre il gruppo senza fieno greco ha subito un leggero calo di testosterone (Wilborn C et al, 2010)
In un altro studio di 6 settimane si sono valutati i cambiamenti nella funzione sessuale e nella libido di 30 uomini con 600 mg di fieno greco. La maggior parte dei partecipanti ha riferito una maggiore resistenza e un miglioramento della funzione sessuale (Steels E et al, 2011).

Il dati più impressionanti sul fieno greco sono dati dalle ricerche che hanno analizzato l’influenza sulle condizioni metaboliche come il diabete e la dislipidemia. Infatti il fieno greco ha anche la proprietà di dare beneficio sia ai diabetici di tipo 1 che di tipo 2, insieme al miglioramento della tolleranza generale ai carboidrati ai non diabetici, e agli individui sani (Nithya Neelakantan et al, 2014). In uno studio su diabetici di tipo 1, i ricercatori hanno aggiunto 50 grammi di polvere di semi di fieno greco ai pranzi e alle cene dei partecipanti per 10 giorni. In 24 ore si è notato una riduzione dell’ escrezione di glucosio nelle urine del 54%, insieme a una diminuzione del colesterolo totale e LDL (Sharma RD et al, 1990 ). Inoltre, una meta-analisi ha esaminato i risultati di nove diversi studi che hanno testato quattro piane, tra cui il cardo mariano, la cannella e il fieno greco. È interessante notare che il fieno greco ha ridotto a digiuno i livelli di zucchero nel sangue con una media di 38.05 mg/dl, che è risultata maggiore di tutte le altre (Suksomboon N. et at 2011 ).
Infine, uno studio del 2000 ha somministrato il fieno greco a non diabetici e ha verificato una riduzione del 13,4% dei livelli di zucchero nel sangue a quattro ore dopo il consumo (Abdel-Barry JA et al, 2000 ).
Questi benefici possono verificarsi a causa della capacità del fieno greco nel migliorare l’escrezione dell’insulina, ma i benefici osservati negli studi che utilizzano la polvere intera di fieno greco o i semi possono essere in parte dovuti all’alto contenuto di fibra (Losso JN et al, 2000).

Oggi molte donne hanno problemi nell’allattamento materno, non riescono a produrne in quantità sufficiente, mentre tutte le ricerche sottolineano gli enormi vantaggi rispetto al latte artificiale e i farmaci chimici utili sono pochi, il fieno greco può essere un’alternativa sicura e naturale.
Infatti uno studio eseguito su 77 neo-mamme svoltosi per 14 giorni ha trovato che il consumo di un tè alle erbe con fieno greco ha aumentato il peso dei loro neonati allattati al seno (Abeer El Sakka et al, 2014).
Un altro studio ha diviso 66 madri in tre gruppi: uno ha ricevuto tisana fieno greco, il secondo ha consumato un placebo gusto corrispondenza e il terzo ha ricevuto nulla. I ricercatori hanno trovato un numero relativamente elevato aumento della produzione di latte materno. In effetti, il volume di latte materno fornito è aumentato da circa 34 ml nei gruppi di controllo e placebo mentre di 73 ml nel gruppo con fieno greco (Turkyılmaz C et al 2011). Gli studi hanno utilizzato il fieno greco in tisana, ma le capsule o le compresse hanno probabilmente effetti simili.

Tutte queste proprietà con dimostrata efficacia scientifica fatte in campi diversi della salute, rendono il fieno greco una pianta molto interessante a metà tra l’alimento e il rimedio naturale che potrà essere usato in numerose applicazioni. nel frattempo lo potete usare in numerosi modi come salsa per i cibi, come tè e come integratore alimentare.

POSTED BY Dr Grazioli | Mar, 06, 2017 |

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.