cibi contenenti magnesio, aiuta salute e combatte lo stress

Nella nostra epoca in cui tutto corre ad altissima velocità e bisogna dare una risposta adeguata, pronta e col giusto tono, l’eccesso di stress è sempre in agguato. C’è un sale minerale che ci dà una mano ad attivare le reazioni energetiche e sconfiggere la depressione e ad aiutarci negli eccessi alimentari, non si tratta dei più conosciuti calcio e il sodio, ma del magnesio. Questo sale è stato rivalutato attualmente per molti dei disturbi più diffusi, mentre purtroppo l’alimentazione moderna ne è sempre più carente. Infatti il magnesio sostiene molti disturbi cronici tra cui quelli dell’apparato cardiovascolare e vale a dire: coronarie, aritmie e ipertensioni sostiene il sistema nervoso, il metabolismo degli zuccheri e l’osteoporosi. E’ proprio un vero toccasana per la salute dell’uomo di oggi.

Il magnesio è il quarto minerale per presenza complessiva nel corpo. Il suo nome viene dall’antica città greca di Magnesia da dove si ricavava un sale che ne conteneva in grande quantità. Attualmente si è scoperto che catalizza circa 300 reazioni chimiche, e soprattutto tra le più importanti del nostro organismo come quelle relative alla produzione di energia, cioè alla formazione della benzina del corpo: l’ATP la molecola che fa muovere i muscoli e tutte le attività vitali del corpo, se manca il magnesio si ha stanchezza, dolore muscolare e calo d’energia.

Questo sale aiuta il sistema nervoso, infatti agisce sui recettori dell’acido glutammico e partecipa alla plasticità della cellula nervosa e alla modulazione dei segnali, regola i nervi e la memoria. Una sua carenza causa depressione, paura ed ansia. Il magnesio contribuisce a migliorare l’emicrania riducendo gli spasmi dei vasi sanguigni e l’eccitabilità nervosa, inoltre riduce i sintomi dolorosi prima del mestruo, ad una dose di 360m mg per 3 volte al giorno toglie depressione ansia, gonfiori tensione mammaria se somministrata una settimana prima del ciclo.

Agisce anche sull’osteoporosi, infatti la parte minerale dell’osso è costituita per il 2% da Sali di magnesio (solfato e fosfato) il magnesio nell’osso è quasi il 60% del magnesio contenuto nel corpo, se il magnesio è carente la matrice minerale ossea ne risente e diviene più fragile causando l’osteoporosi.
Un altro campo di reazioni sono quelle infiammatorie, diffuse in tutto l’organismo fanno dell’immunità e ci aiutano a difenderci dalle aggressioni esterne di virus e batteri e agenti fisici e chimici, una carenza di magnesio porta allo sviluppo di uno stato infiammatorio esagerato che si cronicizza e predispone a disturbi del cuore e dei vasi, all’obesità e al diabete alla sindrome metabolica.

Contribuisce anche alla contrazione muscolare ed una sua carenza causa dei fastidiosi crampi muscolari.
Il controllo della glicemia risente della carenza di magnesio, infatti entra in circa centro reazioni enzimatiche che regolano lo zucchero nel sangue, e un suo apporto migliora la resistenza insulinica una carenza sicuramente influisce sui livelli di glicemia.

Una così grande mole di azioni ci fa sospettare della facilità di avere delle carenze di magnesio, e naturalmente è vero anche se non ci segni vistosi, ma solo sintomi vaghi e generici come stanchezza, ansia, mal di testa, crampi muscolari, palpitazioni, negli anziani e in persone già con gravi patologie si ha un peggioramento del loro stato di insufficienza cardiaca o respiratoria. Le cause sono molto frequenti come l’uso di farmaci chimici come antibiotici, cortisonici, antipertensivi e la pillola contracettiva, se guardiamo bene più di metà della popolazione rientra in questa casistica.
A queste cause di carenza si aggiunge l’alimentazione moderna che è povera di magnesio. Alimentazione moderna vuol dire cibo costituito da pane, pasta e prodotti con farine raffinate, latticini, carni. Vuol dire anche cibo industriale, raffinato, conservato in scatola o surgelato. Tutti casi in cui il magnesio scarseggia.

Sono ricchi di questo minerale i vegetali a foglia verde come insalate e spinaci, i legumi come fagioli di Lima, i semi oleosi come noci, mandorle, semi di sesamo di girasole e anacardi. Una buona quantità ne hanno anche i cereali integrali che però in genere non fanno parte dei prodotti da forno industriali. Molti non sono abituati a mangiarli e il gusto non piace. Poi i prodotti industriali sono ricchi di zucchero e per ogni molecola di zucchero che ingeriamo il nostro corpo utilizza cinquantaquattro molecole di magnesio per elaborarlo e in più l’alcol accelera l’eliminazione di questo elemento dal corpo, analogamente ai diuretici, al caffè e al tè.
Quindi è difficile ottenere abbastanza magnesio dal cibo perché il suo contenuto negli alimenti mangiati abitualmente è scarso, il fabbisogno medio si aggira sui 400 mg al giorno e deve essere accompagnato ad una buona quota di calcio circa 1000 mg che ne favorisce l’assorbimento (ci vogliono 2,5 parti di calcio per farne assorbire una di magnesio).

Mentre lo stress e il sovraffaticamento ci impoveriscono di magnesio, un grande numero di disturbi cronici trovano giovamento dal suo apporto. Si va dai disturbi cardiovascolari: disturbi delle coronarie, le aritmie l’ipertensione, ai disturbi dell’umore: ansia, depressione, ai disturbi respiratori: asma e broncopatie ostruttive; disturbi metabolici come diabete, obesità steatosi epatica e anche i crampi muscolari. Utilissimo per sindrome premestruale e per i disturbi della menopausa.

Quindi per aiutare la salute si consiglia perciò di abituarsi ad assumere quotidianamente cibi ricchi di magnesio: cereali integrali, verdura a foglia verde, legumi e semi oleosi. Naturalmente cibi freschi e di stagione. Se per vari motivi non si riesce è necessaria una integrazione esterna di magnesio, con Sali di magnesio in genere carbonato o citrato di magnesio, anche se si supera il fabbisogno non crea problemi di tossicità se non c’è una grave insufficienza renale. Ad alcuni può dare un aumento delle feci per il lieve effetto lassativo del magnesio che per chi soffre di stipsi risulta positivo.

In conclusione rivalutiamo il magnesio come integratore utile per la salute e per combattere lo stress e la stanchezza della vita attuale. Prendiamolo in considerazione come primo aiuto per disturbi generici, prima di prendere fitoterapici per l’umore o farmaci chimici per dare tono prendiamo in considerazione il magnesio, un rimedio semplice privo di controindicazioni e sicuramente utile a sostenerci.

POSTED BY Dr Grazioli | Set, 19, 2016 |

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.